Chi vincerà i Mondiali 2018?

Culture

Con l'arrivo dei Mondiali in Russia, abbiamo fatto i nostri pronostici su chi si aggiudicherà il prestigioso titolo calcistico nel 2018. Se non siete riusciti a trovare un biglietto per seguire una partita dal vivo a San Pietroburgo, potrete comunque tenervi aggiornati sui risultati con le dirette nei nostri hotel.

Con una squadra giovane guidata dal bomber Harry Kane, quest'anno all'Inghilterra potrebbe mancare la coesione e l'esperienza per vincere il torneo. E, naturalmente, siamo molto dispiaciuti che l'Italia non partecipi ai Mondiali di Russia. Quindi quali sono le favorite per la coppa? Quest'anno sembra profilarsi un testa a testa tra Brasile e Germania, che partono favorite. Il Brasile si è imposto senza sforzo nel gruppo delle sudamericane e ha una rosa di nomi prestigiosi e consolidati. Inoltre, quattro anni dopo l'umiliante sconfitta per 7-1 in casa ad opera della Germania, è sicuramente in cerca di un riscatto. I tedeschi, con Joachim Low, sono forti, organizzati ed efficienti, ma alcuni ritengono che manchi loro l'attaccante con l'istinto del predatore in grado di creare un'occasione dal nulla. Di recente la Germania ha perso un'amichevole 1-0 e questo potrebbe costituire un segnale di allarme.

Dietro a Brasile e Germania ci sono Belgio, Francia, Spagna e Argentina. Il Belgio ha una squadra forte con nomi del calibro di Hazard, Lukaku e De Bruyne, che hanno tutti vissuto una stagione eccezionale nella Premier League inglese. Tuttavia potrebbe dover fare eccessivo affidamento su Lukaku per andare a segno e girano voci di attriti tra alcuni giocatori e il mister.

L'Argentina è sempre al suo posto o poco più in là, forte dell'incomparabile Lionel Messi che quattro anni fa la portò in finale. Però ha perso 3-0 contro il Brasile alle qualificazioni e 6-1 in un'amichevole con la Spagna lo scorso marzo. La Francia, un po' come il Belgio, ha una rosa di nomi forti: Pogba, Griezman, Mbappe e Dembele, per citarne alcuni. Sconfitta dal Portogallo agli Europei del 2016, potrebbe tornare alla carica più forte che mai per prendersi una rivincita, anche se molto dipenderà dalle performance non troppo regolari di Pogba.

La Spagna negli ultimi anni ha collezionato risultati di tutto rispetto e affianca l'esperienza dei campioni di otto anni fa, ancora schierati in campo, alle nuove leve emergenti. Hanno ritmo e buoni passaggi e sono in grado di tenere testa a qualunque squadra in gara, ma sapranno anche riportare a casa la coppa?

Nel cuore di San Pietroburgo, nell'elegante Piazza di Sant'Isacco, il celebre Hotel Astoria ha una collocazione ideale che consente di raggiungere lo stadio di San Pietroburgo in appena 20 minuti. Per richieste o prenotazioni chiamate il numero +7 812 494 5757 o inviate un'email a reservations.astoria@roccofortehotels.com

Share this post