I giardini verticali

Culture

I giardini verticali sono sostenibili, belli da vedere e consentono di risparmiare spazio: perché allora non farli entrare nelle nostre vite? Se avete sempre desiderato creare un giardino verticale, questo è il momento giusto per sfoggiare il vostro pollice verde!

Con questi semplici passaggi e alcuni suggerimenti dell'abile team di giardinieri dell'Hotel de Russie potrete creare una parete verde che darà nuova vita ai vostri ambienti, per un tocco di vero stile che non richiede troppo impegno.

1 Decidere l’impostazione del proprio giardino

Esistono molti tipi diversi di giardino verticale tra cui scegliere. Una facile opzione è il "pocket garden", dove le piante vengono inserite in tasche ricavate da pezzi di feltro o di tela. In alternativa, potete piantare il vostro giardino verticale in un pallet per spedizioni recuperato, a cui avrete applicato del tessuto diserbante fissandolo sul retro, nella parte inferiore e sui lati. Il pallet deve essere poi riempito completamente con del terriccio e le piante potranno crescere e fuoriuscire dalle aperture tra le assi.

2 Controllare la corretta esposizione al sole

Lasciate che sia l’esposizione al sole più corretta per le vostre piante a determinare la posizione del giardino. Ad esempio, se intendete coltivare delle piante succulente come i cactus, il nostro team di esperti consiglia di scegliere un luogo che sia solo parzialmente esposto alla luce, piuttosto che completamente in ombra o interamente esposto al sole.

3 Scegliere le piante

Oltre alle succulente, potete scegliere di coltivare erbe aromatiche, ortaggi, piante erbacee come fiori e felci o addirittura piante rampicanti come il filodendro, i cui morbidi fusti verdi ricadono con un effetto a cascata. È importante tenere in considerazione la "flessibilità" delle piante che sceglierete, dal momento che andranno coltivate in verticale.

4 Abbinare piante con le stesse esigenze

In genere è meglio scegliere tutte piante che prediligono il sole o tutte piante che amano l'ombra e, se possibile, scegliere piante che crescono più o meno alla stessa velocità.

5 I fondamenti della piantumazione

Il segreto è usare del terriccio per vasi. I giardini verticali si asciugano rapidamente, proprio come i vasi. Il terriccio per vasi aiuta a trattenere l'acqua e si mantiene umido più a lungo.

Un altro fattore importante da tenere in considerazione è la gravità, che attira l'acqua verso il basso. È consigliabile collocare nella sezione superiore del giardino le piante che non hanno una grande esigenza di acqua, perché questa è la parte che si asciuga più velocemente. Posizionate in basso le piante che prediligono invece una maggiore umidità.

6 Una cosa importante da sapere prima di iniziare

Se usate un pallet in legno o un contenitore con pannelli, lasciate crescere le vostre piante in orizzontale per alcune settimane, per consentire alle loro radici di fare presa e trattenere il terriccio. Infatti, se provate a piantarle in verticale sin da subito, quando le radici sono ancora nuove, la gravità le priverà del terriccio.

Potete anche sollevare gradualmente in posizione verticale il contenitore o il pallet in legno nell'arco di alcune settimane, man mano che il giardino si assesta e si consolida.

7 Considerare la possibilità di un sistema di irrigazione a goccia

Il giardino verticale potrebbe richiedere innaffiature più frequenti di un normale giardino. Il nostro consiglio è quello di incorporare un sistema di irrigazione a goccia. Esistono sistemi a goccia di ogni tipo: dai più sofisticati, dotati di tubi e timer, a quelli più semplici, dove l’acqua gocciola attraverso dei fori presenti nella parte inferiore di fioriere o tasche. È inoltre possibile utilizzare un annaffiatoio, come si fa per le fioriere standard, ma in tal caso è necessario assicurarsi che l'acqua venga ben distribuita.

8 Avere sempre qualche "riserva" a portata di mano

Durante il processo di organizzazione e realizzazione del vostro giardino verticale è possibile che qualche piantina non attecchisca. Tenete da parte qualche pianta extra da usare nel caso in cui questo accada, perché non rimangano zone spoglie, particolarmente antiestetiche. Questo è più facile se realizzate un giardino con vasi e fioriere, dove le piante sono ben distanziate tra loro.

Share this post