Into the Wild: rewilding in Scozia

Rocco Forte Hotels

Le specie in via di estinzione stanno tornando a prosperare nelle Highlands scozzesi. Con il The Balmoral di Edimburgo come campo base, fate escursioni, andate in kayak e immergetevi nei grandi spazi aperti, grazie ad ambiziosi progetti volti a proteggere Madre Natura.

Dopo tragici secoli in cui il numero di specie di flora e fauna è drasticamente diminuito, piante e animali selvatici tornano ad appropriarsi delle loro foreste. I risultati di questi sforzi sono percettibili e possono essere sperimentati in un viaggio di due giorni in concomitanza del vostro soggiorno al The Balmoral. 

La rinnovata attenzione per il cosiddetto “rewilding” (ripristino e protezione dei processi naturali e delle aree selvagge) della Scozia è in gran parte merito di abitanti del luogo come Alan Watson Featherstone. Riconoscendo che la foresta è una “intricata rete di vita”, Alan ha fondato l’ente di beneficienza Trees for Life nel 1986. Il suo obiettivo? Rivitalizzare la remota foresta di conifere della Caledonian, che si estendeva sulle Highlands 7.000 anni fa.

Piccole piantine crescono… in possenti foreste

Consapevole dell’importanza della ri-piantagione, Alan spiega che il suo “primo progetto sostanziale è stato la recinzione di 50 ettari con la Forestry Commission nel 1990. Questo ha permesso a 100.000 piantine di pino silvestre nate naturalmente di crescere senza che i cervi le mangiassero”.

Dal 2016, Trees for Life ha ripopolato gli scoiattoli rossi nativi, quasi estinti in Inghilterra. Il lavoro del gruppo oggi comprende la messa a dimora di piantine di ginepro e pino nella tenuta di Dundreggan, che si estende per 4.047 ettari. Il terreno si affaccia sul fiume Moriston, le cui acque scorrono tra Fort William e Inverness prima di sfociare nel Loch Ness.

Un corridoio ecologico salverà la fauna selvatica

Cosa ci riserva il futuro? Il team di Trees for Life sta pensando in grande. I volontari più visionari del gruppo vorrebbero riportare allo stato naturale non solo singole specie o habitat, ma interi ecosistemi. Collegando le valli di Cannich, Affric, Moriston e Shiel nei prossimi 30 anni, creeranno un corridoio ecologico per la fauna selvatica, trasformandolo in uno dei 10 punti ufficiali di rinaturalizzazione in Europa.

L’aumento del numero di animali selvatici potrebbe estendersi anche alla lince eurasiatica, che un tempo si aggirava liberamente insieme al lupo, all’orso e all’alce. Il gruppo sta collaborando con il Vincent Wildlife Trust per valutare se la lince possa - e debba - essere reintrodotta nella regione.

Alan aggiunge: “Sono onorato di aver fatto la differenza per il futuro della Foresta di Caledonian, di aver contribuito a sviluppare l’intero settore del ripristino ecologico nel Regno Unito e di aver cambiato la vita di migliaia di volontari, alcuni dei quali sono andati a fondare altri progetti simili altrove”.

Tra le altre organizzazioni che si sono unite alla conversazione sulla conservazione in Scozia figura Cairngorms Connect, che nel 2016 ha avviato un piano di 200 anni per ripristinare i fiumi e riseminare 600 chilometri quadrati di antica pineta nel Parco nazionale di Cairngorms. Nel frattempo, lo Scottish Wild Beaver Group ha reintrodotto i castori eurasiatici ad Argyll e Bute e la Royal Zoological Society of Scotland sta per introdurre 20 gatti selvatici.

Volete immergervi nella natura selvaggia?

Il Perthshire Wildlife, a un’ora e 20 minuti di auto da Edimburgo, ospita safari in canoa dove potrete avvistare lontre, martin pescatori e castori. Potete anche partecipare come volontari al censimento del rondone, al salvataggio degli anfibi intrappolati, alla rimozione delle piante invasive o alla piantumazione di flora negli stagni favorevole agli impollinatori. 

Da lì, dirigetevi a nord, passando per Pitlochry e Fort Augustus, a sud-ovest di Loch Ness, fino ad arrivare a Glenmoriston. Qui, dalla primavera 2023, potrete visitare il Dundreggan Rewilding Centre di Trees for Life, che ospita un ricco programma di laboratori. Potrete anche partecipare a giornate di monitoraggio dello scoiattolo rosso e a passeggiate guidate. 

Magari, durante la vostra prossima avventura nella selvaggia Scozia, potreste incontrare uno scoiattolo rosso o una lontra, e magari un giorno fare un incontro ravvicinato (ma non troppo) con una lince.

 

Situato nel cuore di Edimburgo, il The Balmoral è la base perfetta per leggendari viaggi in auto e per esplorazioni naturalistiche nelle Highlands scozzesi.


You may also like

Non solo il castello: le migliori spiagge di Edimburgo

Tuttavia, non lontano dai vicoli acciottolati del centro città, le coste sabbiose offrono numerose opportunità per una piacevole gita al mare. Scoprirai luoghi splendidi in cui trascorrere rilassanti giornate estive, tra bagni, fish and chips e panorami affascinanti. Questa è la nostra selezione delle spiagge più belle entro un’ora di auto dal Balmoral.

‘Autentico ma non tradizionale’: il debutto tedesco di Zuma al Charles Hotel

Dopo due decenni di successi ottenuti grazie ad un’innovativa cucina giapponese, il ristoratore Rainer Becker porta per la prima volta il suo Zuma in Germania con un pop-up estivo molto atteso al Charles Hotel. Becker, che ha lavorato per ristoranti stellati in Germania prima di innamorarsi della cucina giapponese a Tokyo, torna nel suo paese natale 22 anni dopo aver inaugurato il primo Zuma a Londra.